19 Maggio 2017

Metti il cibo sotto il laser prima che nel piatto

Vi piacerebbe sapere in pochi secondi se il cibo che state comprando al supermercato è sano o contiene sostanze tossiche? Fra non molto potrebbe essere disponibile un’app per il vostro telefonino in grado di scannerizzare qualsiasi alimento – pesce, verdure, succhi di frutta, oli – esposto sugli scaffali.
E’ il progetto a cui sta lavorando il Centro Frascati dell’Enea, con l’aiuto di altri 6 partner industriali, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.
In concreto si tratta di un laser in grado, per esempio, di individuare la tossina che si forma nel pesce quando non è fresco o non è conservato in modo corretto. Oppure può segnalare la presenza di sostanze chimiche nelle bibite e nei succhi.
Il progetto nasce dall’esperienza delle tecnologie anti contraffazione che ora potrebbero essere disponibili in forma di app anche per i nostri telefonini.
In questo modo potremmo sapere subito, prima dell’acquisto, se un vino ha un contenuto eccessivo di metanolo o se l’olio extravergine d’oliva è proprio extravergine.


Fonte: ANSA

  • Condividi:

Articoli correlati

22 Gennaio 2020

Troppo rumore per…..la fertilità

Un recente studio mette in relazione la diminuzione della fertilità con l’aumento dell’inquinamento acustico delle città

29 Maggio 2017

Prurito da lana, sfatiamo il mito

Non esistono dati scientifici che dimostrino che la lana possa causare reazioni irritanti o immunitarie: il prurito, legato alla grandezza delle fibre, scompare con lana ultrafine o lana merino