18 Aprile 2017

Amica Serotonina: l’ormone della felicità

Le numerose funzioni in cui interviene la serotonina sono note: dal ciclo sonno/veglia alla motilità intestinale, dal desiderio sessuale alla memoria. Ma la serotonina è importante anche per il tono dell’umore. Più ne abbiamo in circolo e maggiore è la nostra capacità di sentirci soddisfatti ed appagati.
Per questo è utile sapere quali abitudini, alimentari e non, possono contribuire a stimolare la produzione di questo ormone. A questo scopo si può praticare regolarmente un’attività fisica, esporsi alla luce solare (con la debita protezione per la pelle), regalarsi dei momenti per sé stessi per meditare, fare yoga o ricevere dei massaggi. Naturalmente anche stare in buona compagnia e avere rapporti sessuali contribuisce alla produzione di serotonina.
Per quanto riguarda i cibi più indicati per la stimolazione della serotonina sono quelli ricchi di vitamina B: latte, pesce, cereali integrali, legumi, miele, agrumi, spinaci, patate, cavoli, asparagi, pomodori, lattuga, banane, ananas e avocado. Un’ampia verietà di scelta dunque per aumentare la nostra sensazione di felicità.
Anche i cibi ricchi di zucchero contribuiscono alla produzione di serotonina. Ma …. attenzione in questo caso un consumo eccessivo può avere controindicazioni sulla nostra linea sfociando nell’opposta sensazione di tristezza!


Fonte: greenme.it

  • Condividi:

Articoli correlati

2 Giugno 2020

Vitamina D per le scottature solari

La vitamina D ha un effetto immunoterapeutico che aiuta a mantenere l’omeostasi della pelle modulando la risposta infiammatoria alle scottature

11 Luglio 2019

Un’App per identificare le lesioni cutanee maligne

Skinvision è una nuova applicazione per smartphone che aiuta i medici nella valutazione del rischio delle lesione della pelle, identificando in maniera molto sensibile i segni di malignità