Itinerari in Epilessia

Secondo la definizione dell’International League Against Epilepsy (ILAE) l’epilessia è una malattia caratterizzata da una persistente predisposizione a sviluppare crisi epilettiche e dalle conseguenze neurobiologiche, cognitive, psicologiche e sociali di tale condizione.
La definizione di epilessia richiede il verificarsi di almeno una crisi epilettica.
Si definisce crisi epilettica, invece, la comparsa transitoria di segni/sintomi dovuti ad un’anomala, eccessiva o ipersincrona attività elettrica cerebrale. L’epilessia è forse la patologia più polimorfa in natura, per cause e forme, e si esprime con manifestazioni altrettanto polimorfe.
Per quanto uniche di ogni singolo paziente, le crisi epilettiche sono infatti fenomeni estremamente eterogenei, che in quanto tali possono presentare segni e sintomi molto simili ad altre condizioni patologiche, es. i disturbi del movimento o l’emicrania, che in alcuni casi sono strettamente legate all’epilessia in termini fisiopatologici oltre che semeiologici.
L’obiettivo della presente iniziativa è quello di fornire, soprattutto per i giovani neurologi, un percorso guidato attraverso gli aspetti clinici più rilevanti della epilessia allo scopo di garantire per quelle conoscenze pratiche necessarie per una completa ed efficace gestione della malattia sia nella sua fase diagnostica che terapeutica. 

Programma scientifico

Modulo 1
Diagnosi differenziale tra sincopi, crisi epilettiche e crisi psicogene
Angela La Neve 

Modulo  2
Gestione del paziente con prima crisi epilettica
Edoardo Ferlazzo

Modulo 3
Crisi sintomatiche acute ed epilessie autoimmuni
Flavio Villani 

Modulo 4
Diagnosi differenziale dello stato epilettico
Monica Ferlisi 

Modulo 5
Criteri per la diagnosi di stato epilettico non convulsivo
Stefano Meletti 

Modulo 6
Stato epilettico refrattario
Carlo Di Bonaventura 

7 commenti su "Itinerari in Epilessia"

  • ANTONELLA DE NISI ha detto:

    Salve, sono un tecnico di radiologia in servizio presso l’unità di medicina nucleare.Ho notato che non ci è possibile seguire questo corso ecm per la nostra categoria, ma dato l’argomento mi chiedevo se esiste la possibilità di partecipare anche senza ottenere i 12 crediti.

    • mariagrazia tacconi ha detto:

      Potrà seguire il corso, anche solo per formazione personale, senza ottenere i crediti ECM.
      Ringraziamo per l’interesse

  • Antonietta Massa boccia ha detto:

    Sarebbe bello accreditare un corso del genere anche per infermieri! Pure perché ci lavoriamo anche noi con questi pazienti!

  • Luigi Portoghese ha detto:

    Vorrei partecipare ma mi viene impedito l’accesso al corso. Sono un tecnico di Neurofisiopatologia e credo che gli argomenti siano molto utili per la mia professione.
    dott. Luigi Portoghese

  • mariagrazia tacconi ha detto:

    Il corso sarà disponibile dal 30 giugno

  • Francesco Degl'Innocenti ha detto:

    Interessante.
    Vorrei partecipare.

    dott. Francesco Degl’Innocenti

Lascia un commento