Diagnosi e terapia dei tumori nell’anziano

Oggi assistiamo a un progressivo allungamento della vita media e contemporaneamente a un incremento nell’incidenza di neoplasie, che si manifestano in oltre metà dei casi sopra i 65 anni di età. In questa fascia di popolazione il rischio di sviluppare una malattia tumorale è circa 40 volte più alto rispetto alle età inferiori. La frequente presenza di patologie croniche (ad esempio cardiovascolari, reumatiche o neurologiche) rende particolarmente complessa la scelta dei trattamenti antitumorali, anche alla luce della concomitanza di altri trattamenti farmacologici.
Vanno tenuti in considerazione anche gli effetti collaterali dei trattamenti antitumorali (sicuramente più frequenti nei soggetti anziani) e, ancora più a monte, la difficoltà diagnostica che spesso accompagna l’età avanzata.
Per tali motivi un’analisi critica delle problematiche diagnostico-terapeutiche in ambito onco-geriatrico appare particolarmente utile.

Moduli formativi:
1. Screening, diagnosi e valutazione geriatrica
2. Trattamenti chirurgici
3. Trattamenti radioterapici
4. Terapia medica (chemioterapia e non solo)
5. Trattare o non trattare: il punto di vista del geriatra

Coordinamento scientifico:
Prof. Roberto Labianca, Direttore Cancer Center, ASST Papa Giovanni XXIII, Bergamo
Prof. Silvio Monfardini, Direttore Programma di Oncologia Geriatrica, Istituto Palazzolo, Fondazione Don Gnocchi, Milano

Autori:
Dr. Ermenegildo Arnoldi, UO Oncologia, ASST Papa Giovanni XXIII, Bergamo
Dr. Giuseppe Ferdinando Colloca, Polo Invecchiamento, Policlinico Universitario A. Gemelli, Roma
Dr. Isacco Desideri, SODc Radioterapia, Dipartimento di Scienze Biomediche, Sperimentali e Cliniche Mario Serio, Università degli Studi di Firenze
Dr.ssa Lucia Fratino, Dipartimento Oncologia Medica A, IRCCS CRO, Aviano (PN)
Dr. Andrea Luciani, UO Oncologia Medica, ASST Santi Paolo e Carlo, Milano
Dr. Isacco Montroni, UO Chirurgia Generale – Colorettale, Ospedale di Faenza (RA)


 

505 commenti su "Diagnosi e terapia dei tumori nell’anziano"

  1. nicola orlandi ha detto:

    ottimo

  2. SALVATORE MARIOLU ha detto:

    utile ed efficace
    grazie

  3. Tommaso Jona ha detto:

    Per gli infermieri è eccessivamente clinico e per nulla assistenziale. Gli argomenti non soddisfano le domande.

  4. Federico La Capria ha detto:

    Mi Complimento con gli autori e gli organizzatori. Corso interessante e ben strutturato su argomenti che ci riguardano sempre di più.

  5. carmine talarico ha detto:

    Il corso nel complesso si è rivelato utile. Qualche difficoltà l’ho riscontrata nell’aprire i video. Caricavano a fatica, ma probabilmente è la mia connessione deficitaria. Grazie saluti.

  6. Fanny Putzu ha detto:

    fad utile

  7. Roberta Caroccia ha detto:

    Buongiorno vorrei sapere se dopo aver usufruito dei 5 tentativi di un modulo si possa avere ancora la possibilità di continuare il fad o è perso . Grazie

  8. GIUSEPPE UCCI ha detto:

    CORSO ECCELLENTE

  9. Roberta Moschini ha detto:

    fad utile

  10. Viorica Suruceanu ha detto:

    Un corso buono per l’approfondimento.Grazie

Lascia un commento