Dermatite atopica: dalla diagnosi alla gestione terapeutica

Razionale del Corso
La dermatite atopica (DA) è una dermatite pruriginosa ad evoluzione cronico-recidivante, frequentemente associata a patologie atopiche extracutanee. L’atopia colpisce circa il 35% della popolazione generale. Da un punto di vista eziopatogenetico, la DA riconosce meccanismi multifattoriali, in cui sono coinvolte cause genetiche ed ambientali fra loro interdipendenti. Entrambe, infatti, sono responsabili di abnorme risposta immunitaria polarizzata verso i linfociti Th2, di alterazioni morfo-funzionali della barriera cutanea e di iperreattività cutanea a stimoli infiammatori. Clinicamente, la DA esordisce nella maggior parte dei casi nel primo anno di vita, con manifestazioni eczematose acute localizzate soprattutto al volto, pur essendo possibili quadri più diffusi. Dopo i primi due anni, generalmente le lesioni sono meno essudanti e tendono a localizzarsi in sedi tipiche quali pieghe di gomiti e ginocchia, dorso mani, palpebre. Le possibili complicanze della DA sono rappresentate dalle sovrainfezioni batteriche e virali e dalle ripercussioni psicologiche (causate dal prurito cronico). La diagnosi è generalmente clinica e si avvale di criteri diagnostici maggiori e minori, differenti nei primi 3 mesi di vita. La terapia si avvale di topici antinfiammatori e immunomodulanti, sulla corretta detersione e idratazione e sull’eliminazione dei fattori di rischio. Le eventuali complicanze batteriche o virali vanno trattate con terapia antibiotica o antivirale. Le forme più gravi, soprattutto in età adulta, possono necessitare di terapia immunosoppressiva per via generale.

15 commenti su "Dermatite atopica: dalla diagnosi alla gestione terapeutica"

  1. gastone ha detto:

    ottimo aggiornamento

  2. silviaf ha detto:

    ottimo lavoro

  3. nonnoremo ha detto:

    Sintetico, preciso, senza fronzoli. Per il sottoscritto un buon ripasso.

  4. gz ha detto:

    Un corso chiaro, equilibrato e ben aggiornato: davvero utile!

  5. monicabonardi ha detto:

    Molto chiaro , schematico. Peccato non ci siano crediti per noi infermieri. Utili altri approfondimenti di dermatologia. Ci sono pochi corsi sull’argomento

  6. pietro vultaggio ha detto:

    grazie per la schematicità

  7. lattanzi.mauro@gmail.com ha detto:

    un ripasso ben strutturato e ben presentato, non pesante e divertente

  8. catestinchi@libero.it ha detto:

    schematico esaustivo

  9. gcavallo63 ha detto:

    schematico ed esaustivo

  10. rosalbafruttero ha detto:

    ottimo lavoro

Lascia un commento